Orzo

Caratteristiche: è un'erba delle graminacee e appartiene alla specie Hordeum vulgare. E' stato uno dei cereali più antichi impiegati dall'uomo per l'alimentazione, coltivato fin dalla Preistoria per ricavarne farina. Ha una grande adattabilità ambientale e lo si può trovare dalle zone torride al Circolo Polare Artico. L'orzo "perlato" si ottiene attraverso un processo di raffinazione (o abrasione) che lo priva delle glumette esterne e della crusca sottostante. Con la "perlatura" diminuiscono i tempi di cottura, l'orzo assume un colore più chiaro (bianco latte), ma vengono comunque conservati i principi nutritivi fondamentali.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 100
  • Acqua (g): 12.2
  • Proteine (g): 10.4
  • Lipidi(g): 1.4
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 70.5
  • Amido (g): 64.1
  • Zuccheri solubili (g): 0
  • Fibra totale (g): 9.2
  • Fibra solubile (g): 4.41
  • Fibra insolubile (g): 4.83
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 319
  • Energia (kJ): 1333
  • Sodio (mg): 3
  • Potassio (mg): 120
  • Ferro (mg): 0.7
  • Calcio (mg): 14
  • Fosforo (mg): 189
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.09
  • Riboflavina (mg): 0.08
  • Niacina (mg): 3.1
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 0
  • Vitamina C (mg): 0
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: Settembre

Conservabilità: in luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile metterlo in frigorifero, per preservarne al meglio le proprietà.

In cucina

insalata di orzo perlato con pomodorini, zucchine, fiori di zucchina e acciuga sottolio; zuppa di orzo con patate, carote, zucchina e cipolla; orzo con piselli, tonno e polvere di menta.

I nostri marchi