Arance

Caratteristiche

L'Arancio dolce (Citrus sinensis (L.) Osbeck.) è l'agrume più coltivato nel mondo. L’origine del nome risalirebbe alla mitologia greca in cui si parla appunto dell’arancio e si narra di come questi alberi crescessero nel giardino delle Esperidi, tre bellissime fanciulle, figlie di Atlante e della Notte. E' originario del Vietnam, dell'India e della Cina meridionale. Gli alberi hanno una chioma compatta, simmetrica e rotondeggiante e possono raggiungere gli 8-10 metri di altezza. I frutti dell'arancio dolce non maturano dopo la raccolta: vanno quindi lasciati sulla pianta fino al grado di maturazione desiderato. Ricordiamo che l’arancia è particolarmente ricca di terpeni che, assunti regolarmente in una dieta ricca di frutta e verdura, dovrebbero essere molto efficaci nella prevenzione dei tumori al colon e del retto. Inoltre, il succo di questo frutto, massaggiando la pelle prima di andare a dormire, potrebbe essere un ottimo tonico per il viso, rendendo la pelle più liscia ed elastica.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 80
  • Acqua (g): 87.2
  • Proteine (g): 0.7
  • Lipidi(g): 0.2
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 7.8
  • Amido (g): 0
  • Zuccheri solubili (g): 7.8
  • Fibra totale (g): 1.6
  • Fibra solubile (g): 0.6
  • Fibra insolubile (g): 1
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 34
  • Energia (kJ): 142
  • Sodio (mg): 3
  • Potassio (mg): 200
  • Ferro (mg): 0.2
  • Calcio (mg): 49
  • Fosforo (mg): 22
  • Magnesio (mg): 
  • Zinco (mg): 
  • Rame (mg): 
  • Selenio (µg): 
  • Tiamina (mg): 0.06
  • Riboflavina (mg): 0.05
  • Niacina (mg): 0.2
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 71
  • Vitamina C (mg): 50
  • Vitamina E (mg): 

Raccolta: Novembre - Marzo (Fonte: ASL)

Conservabilità: Frigo

In cucina

Oltre al consueto consumo come frutto o sotto forma di spremuta d'arancia, vengono utilizzate anche in alcune ricette agrodolci come la famosa anatra all'arancia. Nelle tavole siciliane l'arancia si può trovare in insalata, con olio, sale e pepe, spesso con l'aggiunta di cipolle e olive. Sempre in Sicilia, la scorza è spesso usata per insaporire le creme da dolce, grattugiandola; si può anche candire, come talora insieme alla polpa tagliata a fettine. Un altro uso di ambedue le parti è nella marmellata di arance.

I nostri marchi