Clementine

Caratteristiche

Le origini del Mandarancio sono incerte: secondo alcuni studiosi è una specie molto antica originaria della Cina e più in generale dell'Estremo Oriente; altri la ritengono un ibrido tra il mandarino e l'arancio (dolce o amaro), altri ancora un ibrido tra mandarino e chinotto. Alcuni studiosi ritengono che l'intervento sia stato mirato ed effettuato alcuni decenni prima da un sacerdote, tale Pierre Clément, per cui rimane qualche incertezza su chi abbia dato realmente il nome a questo frutto. Si fa strada inoltre l'ipotesi che l'ibrido sia molto più antico e provenga dalla Cina o dal Giappone( il religioso algerino l'avrebbe solo introdotto nel Mediterraneo). L’albero del Clementino, è piccolo, a volte con rami spinosi, con chioma arrotondata, simmetrica e aperta. Le foglie sono lanceolate, verde vivo, con picciolo leggermente alato. I fiori sono singoli o riuniti in piccole infiorescenze, molto profumati. I frutti arancioni, hanno una buccia arancione facile da togliere e una polpa dolce, ricca di succo, con semi piccoli e appuntiti (oggi sono molte le varietà apirene).

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 75
  • Acqua (g): 87.5
  • Proteine (g): 0.9
  • Lipidi(g): 0.1
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 8.7
  • Amido (g): 0
  • Zuccheri solubili (g): 8.7
  • Fibra totale (g): 1.2
  • Fibra solubile (g):
  • Fibra insolubile (g):
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 37
  • Energia (kJ): 155
  • Sodio (mg): 4
  • Potassio (mg): 130
  • Ferro (mg): 0.1
  • Calcio (mg): 31
  • Fosforo (mg): 18
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.09
  • Riboflavina (mg): 0.04
  • Niacina (mg): 0.3
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 12
  • Vitamina C (mg): 54
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: Novembre-Febbraio (Fonte: ASL)

Conservabilità: temperatura ambiente

In cucina

La clementina viene consumata prevalentemente come frutto fresco perché ha tutte le proprietà tipiche degli agrumi, incluso un elevato contenuto di vitamina C. È spesso preferita all'arancia in quanto non eccede mai in acidità e si sbuccia più facilmente. In cucina, viene normalmente impiegata al naturale ma può essere utilizzata per succhi, marmellate, sorbetti o sciroppi.

I nostri marchi