Melograno

Proprietà nutrizionali

Il Melograno (Punica granatum L.) appartiene alla Famiglia delle Punicaceae, genere Punica, specie P. granatum (per la produzione di frutti). Il nome di Genere Punica deriva dal nome romano della regione geografica costiera della Tunisia, e della omonima popolazione, altrimenti chiamata cartaginese (popolazione di estrazione fenicia che colonizzò quel territorio nel VI a.C.); le piante furono così nominate perché a Roma i melograni giunsero da quella regione. E’ ritenuto originario dell'Asia sud-occidentale, ed è stato coltivato nelle regioni caucasiche da tempo immemorabile. In Asia è attualmente coltivato ampiamente in Armenia, Azerbaigian, Iran, Afghanistan, Turchia, Israele, e nelle parti più aride del Sud-Est Asiatico, dall'Arabia al Pakistan, India, Malesia, Indonesia; è inoltre coltivato nelle regioni aride dell'Africa tropicale. È presente da epoca preistorica nell'area costiera del Mediterraneo, risulta storicamente che vi sia stato diffuso dai Fenici, dai Greci e in seguito dagli Arabi. La città spagnola di Granada ha infatti nello stemma un frutto di melograno, in spagnolo (granada) ed in antico francese (la grenade) significavano appunto melograno, la denominazione della città spagnola deriva dalla introduzione del frutto operata dalla dominazione moresca nella penisola iberica. Il frutto è una bacca carnosa, con buccia spessa. Il frutto maturo è giallo-verde, con aree rossastre che occasionalmente occupano l’intera superficie. I frutti di melograno hanno proprietà astringenti e diuretiche; vengono generalmente consumati freschi e sono molto spesso usati per preparare bibite ghiacciate (“sherbet”, “sorbet”, “granatina”); in alcuni Paesi i frutti sono usati per la decorazione di macedonie servite in apposite coppe. I frutti, inoltre, possono essere utilizzati nell’industria conserviera per la produzione di succhi, marmellate, sciroppi e sciroppati.

Proprietà nutrizionali

Ricca di vitamine (A, C e del gruppo B) e di minerali (potassio e fosforo), rafforza il sistema immunitario, infatti i suoi principi attivi preparano ad affrontare i malanni da freddo con un’azione simile addirittura a quella di un vaccino. La principale proprietà del melograno riguarda l’azione su cuore e arterie: grazie al consistente contenuto in flavonoidi è un alimento perfetto per preservare l’elasticità dei vasi sanguigni e prevenire le malattie

Raccolta: ottobre-novembre (Fonte: ASL)

Conservabilità: La temperatura ideale è tra 4 e 8°C

In cucina

è stato molto utilizzata nella cucina medievale e già allora i suoi chicchi venivano usati nei per i ripieni e il suo gustoso succo veniva mischiato alle salse e ai sughi. Allo stato attuale i semi del melagrano vengono usati per “arricchire” le portate ed hanno principalmente uno scopo decorativo sia per pietanze dolci, sia per quelle salate, mentre i suoi semi, passati al setaccio, sono stati inseriti nella preparazione di piatti di ispirazione orientale. I suoi frutti, specialmente in Italia, vengono utilizzati anche per preparare sciroppi, succhi di frutta, marmellate, gelatine, sorbetti, gelati e delizie di pasticceria.

I nostri marchi