Mango

Caratteristiche

Il Mango (Mangifera indica L.) appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae. E' di origine indiana e produce grandi frutti ovoidali. Fu introdotto nel IV secolo a.C. nell'est asiatico e, a partire dal X secolo d.C., diffuso nell'Africa orientale. Il viaggiatore marocchino del quattordicesimo secolo Ibn Battuta lo riporta come presente a Mogadiscio. Nel Seicento i portoghesi lo esportarono in America del Sud. Oggi viene coltivato in quasi tutti i paesi tropicali e nei paesi subtropicali, nelle zone non soggette a gelo, come ad esempio in Spagna (Andalusia, principalmente nella provincia di Malaga). Esistono delle coltivazioni di mango anche in Italia, a Caronia, a Fiumefreddo di Sicilia, a Balestrate - Provincia di Palermo, ad Alcamo, nella valle del Niceto ed in Calabria. La diffusione globale delle coltivazioni nell'area intertropicale fa sì che il frutto sia presente tutto l'anno sui mercati. Le stagioni di raccolta nei vari paesi si susseguono e il frutto è quindi presente sul mercato tutto l'anno. La buccia può essere completamente verde, gialla, rosso cupo o una combinazione di questi colori. La polpa è di colore giallo arancio, compatta, sugosa e profumata, con pochi o con nessun filamento. Il nocciolo è appiattito e piuttosto duro, aderente alla polpa. Il frutto duro si conserva a temperatura ambiente finché non si ammorbidisce. Alcuni studi scientifici pare abbiano dimostrato che il mango è in possesso di proprietà antitumorali, questo grazie alla presenza di una sostanza antiossidante chiamata “lupeol”, il cui effetto benefico pare si esplichi soprattutto nei confronti del pancreas. Grazie al suo alto contenuto di sostanze oligominerali il mango è un frutto con proprietà leggermente lassative e diuretiche; rappresenta quindi un alimento molto adatto per chi ha problemi di stitichezza e di ritenzione idrica. Il mango viene anche utilizzato per curare tossi e raffreddori facendone bollire la sua buccia nell’acqua per berla una volta tiepida tre volte al giorno per una settimana. Sempre grazie alle proprietà delle sostanze in esso contenute il mango rappresenta anche un ottimo ricostituente in caso di convalescenza o periodi di grande stress fisico.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 73
  • Acqua (g): 82.8
  • Proteine (g): 1
  • Lipidi(g): 0.2
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 12.6
  • Amido (g): tr
  • Zuccheri solubili (g): 12.6
  • Fibra totale (g): 1.6
  • Fibra solubile (g):
  • Fibra insolubile (g):
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 53
  • Energia (kJ): 222
  • Sodio (mg): 1
  • Potassio (mg): 250
  • Ferro (mg): 0.5
  • Calcio (mg): 7
  • Fosforo (mg): 11
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.02
  • Riboflavina (mg): 0.04
  • Niacina (mg): 0.6
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 533
  • Vitamina C (mg): 28
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: tutto l’anno

Conservabilità: ad una temperatura di circa 12 °C

In cucina

maturo è generalmente dolce, anche se ovviamente il sapore e la consistenza variano a seconda delle cultivar. Alcune hanno una consistenza morbida e polposa, simile a quella di una prugna molto matura; altre invece hanno una consistenza più solida, come quella di un melone o di un avocado.

I nostri marchi