Banane

Caratteristiche

La diffusione del Banano (Musa acuminata Colla) avvenne nell'Asia sud-orientale in epoca preistorica. Ancora nei primi anni 2000 si trovano molte specie di banane selvatiche in Nuova Guinea, Malesia, Indonesia e Filippine. Recenti prove archeologiche e paleoambientali nelle paludi del Kuk, nella Western Highlands (Province della Papua Nuova Guinea) suggeriscono che la coltivazione della banana risalga almeno al 5000 a.C. e forse anche all'8000 a.C. Ciò farebbe degli altopiani della Nuova Guinea il luogo in cui il banano fu domesticato. È probabile che altre specie di banani selvatici siano stati domesticati successivamente in altre zone dell'Asia sud-orientale. La banana è menzionata per la prima volta nella storia scritta in testi buddhisti del 600 a.C.. Alessandro Magno scoprì il sapore della banana nelle valli dell'India nel 327 a.C. L'esistenza di una coltivazione organizzata di banane è stata riscontrata in Cina almeno dal 200 d.C. Nel 650, i conquistatori islamici portarono la banana fino alla Palestina. I mercanti arabi diffusero successivamente le banane in quasi tutta l'Africa. Nel 1502, i coloni portoghesi iniziarono le prime piantagioni di banane nei Caraibi e in America Centrale. Attualmente viene coltivata nel Centro America, Africa Tropicale e Filippine. Per importanza è la quarta specie di frutta coltivata. Il Banano fruttifica solo in climi tropicali; può vivere in climi miti, ma quasi mai pianta è in leggera ombra. Si dice che la banana per l’alto contenuto di zuccheri possa aiutare a combattere la depressione e l’anemia, oltre a controllare la pressione sanguigna e contrastare la stitichezza.

Proprietà nutrizionali: ( Fonte: INRAN ) Composizione chimica - valore per 100g

  • Parte edibile (%): 65
  • Acqua (g): 76.8
  • Proteine (g): 1.2
  • Lipidi(g): 0.3
  • Colesterolo (mg): 0
  • Carboidrati disponibili (g): 15.4
  • Amido (g): 2.4
  • Zuccheri solubili (g): 12.8
  • Fibra totale (g): 1.8
  • Fibra solubile (g): 0.62
  • Fibra insolubile (g): 1.19
  • Alcol (g): 0
  • Energia (kcal): 65
  • Energia (kJ): 273
  • Sodio (mg): 1
  • Potassio (mg): 350
  • Ferro (mg): 0.8
  • Calcio (mg): 7
  • Fosforo (mg): 28
  • Magnesio (mg):
  • Zinco (mg):
  • Rame (mg):
  • Selenio (µg):
  • Tiamina (mg): 0.06
  • Riboflavina (mg): 0.06
  • Niacina (mg): 0.7
  • Vitamina A retinolo eq. (µg): 45
  • Vitamina C (mg): 16
  • Vitamina E (mg):

Raccolta: tutto l’anno

Conservabilità: Temperatura da 12 a 14° C

In cucina

Oltre ai frutti, nella cucina del Bengala e del Kerala (in India) si usano i fiori del banano, crudi o cotti. Negli stessi paesi e anche in Birmania si usa pure il cuore tenero del tronco del banano. Un altro modo per consumare il frutto è l'essiccazione. Le banane essiccate hanno un colore marrone scuro e un sapore tipico e intenso. Le banane sono state anche usate per produrre marmellate.

I nostri marchi